Mondiale, Pirelli dà i numeri Ricciardo re dei sorpassi: 43

05 dicembre 2017 – Milano

Daniel Ricciardo, 28 anni. Afp

Daniel Ricciardo, 28 anni. Afp

“Dopo una stagione da record abbiamo numeri da record”. In queste parole tutta la soddisfazione del responsabile di Pirelli, Mario Isola, qualche giorno dopo la chiusura di un Mondiale vinto dalla Mercedes e da Hamilton, ma che ha visto nella Pirelli un grande protagonista. “La Formula 1 ha introdotto nel 2017 regolamenti tecnici rivoluzionari, che hanno portato le monoposto a diventare le più veloci di sempre – ha proseguito Isola – quindi il nostro obiettivo era quello di realizzare i pneumatici più prestazionali di sempre, più larghi del 25% rispetto ai precedenti per far fronte all’incremento dei carichi e delle velocità in curva e che tuttavia permettessero ai piloti di spingere al massimo da inizio a fine di ogni stint. Abbiamo raggiunto questo risultato con i test nel 2016 effettuati con monoposto muletto, non con le vetture da gara che non hanno mai visto i nuovi pneumatici prima dei test pre-stagionali di Barcellona. Nel corso di quest’anno la pole position è stata in media 2,450 secondi più veloce rispetto al 2016, mentre il giro veloce in gara è stato in media inferiore di 2,968 secondi. Nonostante l’incremento dei carichi fino al 35- 40% nelle curve più veloci, i nostri pneumatici 2017 hanno raggiunto tutti gli obiettivi prefissati a inizio stagione, con un ottimo livello di affidabilità e costanza nelle prestazioni. Per il 2018 abbiamo sviluppato un pneumatico ancora più veloce, il Pink hypersoft, e ogni mescola sarà di uno step più morbida rispetto allo scorso anno: in futuro ciò dovrebbe contribuire ad aumentare ancora di più le velocità e lo spettacolo”.
i numeri — Questi i numeri della stagione: totale di pneumatici forniti nel 2017: 38.788. Di questi 33.520 a disposizione nei fine settimana di gara e 5.268 nelle sessioni di test. Su 38.788 pneumatici, 25.572 slick e 13.016 da bagnato (intermediate/rain).
Numero totale di pneumatici effettivamente utilizzati nei fine settimana di gara: 12.920, di cui 11.532 slick e 1.388 da bagnato.
Numero totale di pneumatici recuperati a fine vita: tutti.
Maggior numero di km percorsi con ciascuna mescola (no test): Hard: 74 km (Esteban Ocon, Force India) Medium: 587 km (Lance Stroll, Williams) Soft: 4. 696 km (Lewis Hamilton, Mercedes) Supersoft: 6. 261 km (Sergio Perez, Force India) Ultrasoft: 4. 674 km (Stoffel Vandoorne, McLaren) Intermedie: 433 km (Lance Stroll, Williams) Wet: 242 km (Felipe Massa, Williams).
Numero totale di pit stop: 533 (di cui 6 drive – through, 1 stop and go).
Media di pit stop per gara: 26,7, di cui 1,5 per pilota.
Maggior numero di pit stop in una gara: 41 in Azerbaijan.
Minor numero di pit stop in una gara: 18 in Austria.
Numero totale di manovre di sorpasso: 435, con una media di 21,8 sorpassi per gara.
Maggior numero di sorpassi in una gara asciutta: 42 in Azerbaijan.
Maggior numero di sorpassi in una gara bagnata: 31 in Cina.
Minor numero di sorpassi in una gara asciutta: 1 in Russia.
Pilota autore di più sorpassi: Daniel Ricciardo 43.
Pilota autore di più sorpassi in un GP: Daniel Ricciardo 13 in Gran Bretagna.
Pilota meno sorpassato: Max Verstappen e Lewis Hamilton, 2 volte.
Pilota autore di più sorpassi al via: Lance Stroll, 36 posizioni guadagnate nel corso del primo giro.
Team che ha effettuato più sorpassi: Red Bull 65 (43 Daniel Ricciardo, 22 Max Verstappen).
Team che ha subito meno sorpassi: Red Bull e Ferrari, 11 (9 Daniel Ricciardo e 2 Max Verstappen per Red Bull, 8 Kimi Raikkonen e 3 Sebastian Vettel per Ferrari).
circuiti e gare — Gara più lunga dell’anno: in Azerbaijan, 2 ore 3 minuti e 55,753 secondi.
Gara più breve dell’anno: Monza, 1 ora 15 minuti e 32,312 secondi.
Gara più veloce dell’anno: Monza, media oraria del vincitore (Lewis Hamilton) 243,626 km/h.
Velocità massima raggiunta in gara dai pneumatici Pirelli P Zero Formula 1: 362,4 km/h, Sebastian Vettel in Messico.
Maggior numero di giri veloci: 18, Lewis Hamilton (7 in gara e 11 in qualifica).
Maggior numero totale di giri in testa: 527, Lewis Hamilton.
Distanza percorsa nel 2017 in gara: 102.856 km.
Distanza percorsa nel 2017 nei test di sviluppo: 14.285 km.
Numero di giri veloci (qualifiche e gara) da parte del campione del mondo 2017: 18 (7 in gara e 11 in qualifica).
La velocità media più bassa con cui è stata vinta una gara nel 2017 (gara asciutta): 148,176 kmh, Daniel Ricciardo in Azerbaijan.

 Gasport 

Posta un commento